Le opere fluviali siano progettate dagli ingegneri idraulici (sentenza del Consiglio di Stato n. 6593 del 21 Novembre 2018)

Con la sentenza n. 6593 del 21 novembre 2018, il Consiglio di Stato ha chiarito che gli architetti non possono progettare opere idrauliche riferite a fiumi e corsi d’acqua, che richiedono capacità professionali per l’analisi dei fenomeni idrologici ed idraulici e presuppongono l’applicazione di specifici metodi di calcolo (statistico, idrologico e idraulico). Sulla questione in passato si era espresso anche il Tar Puglia.

Anche il CNI (il Consiglio nazionale degli Ingegneri) si è premurato di farlo sapere, inviando il seguente dispaccio (che si può scaricare, clickando sul seguente link):